Mediexplorer
Neurologia
Cardiologia.net

Composizione corporea addominale misurata con tomografia computerizzata quantitativa e rischio di fratture non-vertebrali


L'effetto dell’adiposità e della muscolatura addominale sulla frattura non è chiaro negli uomini più anziani; è stata esaminata l'associazione tra 749 uomini di età a partire da 65 anni.
Tra i vari tessuti adiposi e gruppi muscolari, un minore volume del muscolo psoas e una maggiore infiltrazione grassa dei muscoli addominali contribuiscono a un elevato rischio di frattura indipendente dalla densità minerale ossea.

È stata esaminata la relazione tra tessuto adiposo sottocutaneo ( SAT ), tessuto adiposo viscerale ( VAT ), tessuto adiposo intramuscolare addominale ( IMAT ) e volume muscolare con fratture non-vertebrali incidenti tra 749 uomini di età a partire da 65 anni.

È stato realizzato uno studio di coorte, MrOS, con un totale di 252 casi di frattura e 497 casi inesistenti. Sono stati misurati i volumi ( in centimetri ) dei tessuti adiposi e muscolari mediante tomografia computerizzata quantitativa nello spazio intervertebrale L4-5.

Sono stati valutati 3 gruppi muscolari e il tessuto adiposo intramuscolare addominale: addominale totale, psoas, e paraspinale.

È stato stimato l'hazard ratio ( HR ) di fratture non-vertebrali per aumento della deviazione standard nelle misure di composizione corporea addominali.

L'età media degli uomini nella sottocoorte casuale era di 74.2 anni, e il tempo medio di follow-up è stato di 5.2 anni.

Dopo aggiustamento per età, etnia, clinica, percentuale di grasso corporeo e densità minerale ossea ( BMD ) del collo femorale, non è stata trovata alcuna relazione significativa tra fratture incidenti e tessuto adiposo sottocutaneo o tessuto adiposo viscerale.

Un aumento del volume muscolare del muscolo psoas, ma non paraspinale, è risultato associato a un rischio di frattura inferiore del 28%.

Quando i modelli di tessuto adiposo intramuscolare addominale sono stati ulteriormente corretti per i corrispondenti volumi muscolari, solo il tessuto adiposo intramuscolare addominale è risultato significativamente associato con il rischio di frattura ( HR=1.30 ).

In conclusione, i risultati hanno indicato che un minore volume del muscolo psoas totale e un maggiore tessuto adiposo intramuscolare addominale del muscolo addominale totale contribuiscono a un elevato rischio di fratture negli uomini anziani indipendentemente dalla densità minerale ossea. ( Xagena2013 )

Sheu Y et al, Osteoporos Int 2013; 24: 8: 2231-2241

Endo2013



Indietro